Ibba
  MarcoF

DOMINIO ALGIDA

Il Cral E. Mattei regge per un tempo alle sfuriate avversarie, poi il tracollo.


Netta affermazione per l'Algida Soccer nella prima delle due gare in programma per questo giovedì sera al Newton: i gelatai superano con un perentorio 1-5 il Cral E. Mattei, che rimane così desolatamente all'ultimo posto in classifica in compagnia di Ennova. Algida oggettivamente troppo forte per i gialloneri, che hanno provato a fare densità davanti alla porta per poi ripartire in contropiede, senza però riuscirvi: i bianchi hanno infatti trovato comunque moltissimi spazi là davanti, venendo fermati solo da un grandissimo Canu, che conferma di attraversare un momento di forma straordinario. Chiuso il parziale sull'1-1, però, nella ripresa è arrivato il crollo, con Algida che è passata altre quattro volte conquistando ter punti più che meritati.

Di seguito, la cronaca essenziale del match diretto dal sig. Ibba, dell'MSP Sardegna.

PRIMO TEMPO:

9' - Dopo una breve fase di studio, è l'Algida Soccer a rompere gli indugi con Demartis, che impegna Canu con un mancino da calcio piazzato. Il portiere giallonero si rifugia in angolo.
10' - Cross al centro di Demartis, Casula impatta di testa con ottima scelta di tempo ma spedisce il pallone a lato.
11' - Un rimpallo favorevole mette Puddu davanti al portiere, ma Canu chiudo lo specchio con un bell'intervento.
12' - Bello scambio Puddu - Demartis, con quest'ultimo che rende la palla al numero 6 dei bianchi che colpisce in corsa a botta sicura, trovando ancora sulla sua strada Canu, che con un riflesso felino mantiene lo 0-0.
13' - GOAL CRAL E. MATTEI! 1-0! A sorpresa, sono i gialloneri a passare in vantaggio: scarico centrale di Pigliacampo per Simone Puddu, che con un mancino di prima intenzione in corsa spedisce il pallone all'incrocio dei pali. Che goal!
17' - Ancora Cral E. Mattei pericoloso, con Scalas che lascia tutti sul posto e si presenta a tu per tu con Verafede, venendo però murato dal portiere.
18' - Destro da fuori di Stefano Puddu, la deviazione di un difensore fa prendere al pallone una strana traiettoria a palombella che scavalca Canu ma va solo a pizzicare l'incrocio dei pali, terminando poi sul fondo.
20' - Curreli allarga sulla sinistra per Puddu, che rientra e piazza il destro sul palo lungo, non trovando il goal per questione di centimetri.
21' - GOAL ALGIDA SOCCER! 1-1! Pari meritato per i gelatai con Curreli, che con un potente destro dalla trequarti trova l'angolino alla sinistra di Canu, rimasto immobile.
22' - Destro radente in diagonale per Puddu, che sfiora il palo.
23' - Rapida ripartenza Algida che coglie i gialloneri impreparati, Puddu scarica su Curreli che calcia addosso a Canu in uscita.
24' - Improvviso destro dalla distanza di Curreli, con Canu che non vede partire il tiro: la sfera si stampa sul palo.
25' - Ancora Cureli pericoloso: dopo aver saltato secco un avversario, si accentra dalla sinistra e conclude col destro, trovando però Canu pronto alla respinta.

SECONDO TEMPO:

26' - GOAL ALGIDA SOCCER! 1-2! Passano i vantaggio i bianchi con Casula, che libera il destro dal limite dell'area e fa secco Canu con un potente diagonale.
28' - GOAL ALGIDA SOCCER! 1-3! Respinta corta della difesa giallonera, Curreli intercetta e scaglia un gran destro all'angolino: nulla da fare per Canu.
36' - GOAL ALGIDA SOCCER! 1-4! Cala il poker l'Algida Soccer con Demartis che, sugli sviluppi di una punizione sul lato corto dell'area, esplode un poderoso mancino su invito di Cardu, battendo ancora una volta Canu.
39' - GOAL ALGIDA SOCCER! 1-5! Quarto goal nel giro di 13' per i gelatai, con Curreli che imbuca per Puddu che, tutto solo, tocca appena la sfera, quel tanto che basta per ingannare Canu.
41' - Si fa vedere per la prima volta nella ripresa anche il Cral E. Mattei, con Meloni che salta in area con ottima scelta scelta di tempo sugli sviluppi di un corner, non inquadrando però lo specchio della porta.
46' - Missile terra-aria di Curreli dalla trequarti, la palla colpisce la faccia interna della traversa e torna in campo, non varcando la linea di porta.

IL MIGLIORE:

Terza stella in dieci presenze per Giacomo Curreli (Algida Soccer), che domina la scena con una serie impressionante di giocate: quantità e qualità per lui, che mette più e più volte alle strette la difesa avversaria con le sue accelerazioni, i suoi dribbling e la sua capacità di trovare la porta da qualsiasi posizione o, all'occorrenza, di mandare i suoi compagni in rete.

I SINGOLI:

Cral Enrico Mattei -
Sicuramente è Canu il migliore dei suoi: il portierone giallonero dimostra di attraversare un grande periodi di forma, fermando in più circostanze gli avversari e permettendo alla squadra di terminare la prima frazione sul risultato di 1-1. Nella ripresa è costretto a capitolare, ma non ha colpe sui goal subìti. Sugli scudi anche Scalas che, come nella precedente gara contro AdE, riceve pochissimi palloni giocabili, e quando li riceve è spesso da solo contro due o tre avversari: il numero 7 giallonero ha fatto il meglio che ha potuto, lottando strenuamente in condizioni di netta inferiorità e rendendosi pericoloso in alcune circostanze. Impossibile chiedergli di più. Chiude in positivo anche Pigliacampo che, nonostante la mediana giallonera venga travolta da quella avversaria, non si dà tregua e lotta per tutti e cinquanta i minuti di gioco, recuperando anche diversi palloni. Chiudo con Puddu, autore di un grande goal: il numero 21 prova a risollevare la mediana giallonera, ma il compito è assai arduo e, alla fine, deve arrendersi.

Algida Soccer - Ottima prova per Stefano Puddu, che si intende alla grandissima con Curreli: insieme, i due fanno letteralmente ammattire la compagine avversaria. Così come Curreli, anche Puddu mette in mostra tutto il suo repertorio fatto di improvvise accelerazioni, dribbling secchi ed ubriacanti e capacità di trovare la porta con entrambi i piedi da qualsiasi posizione. Grande prova anche per Casula, attento e diligente in fase difensiva, dove fa buona guardia riducendo praticametne a zero le insidie giallonere, ma anche pericoloso là davanti, dove si rende autore di alcune pericolose sortite, una delle quali vincente. Lode anche per Demartis, oggi meno appariscente a dire il vero rispetto alla precedente uscita ma comunque importante in mezzo al campo.