Elenco Tornei
Storico MSP C7
Storico ALANtornei
InterAziendale 2017/18
Dati Torneo
 Riepilogo
 Calendario
 Classifica
 Marcatori
 Disciplina
 Squadre
 Qualificate
 Comunicati
 Il Punto
 Regolamento e Formula
 Campi
 Premiazioni
 Statistiche
 Best Player
 Area Riservata
Informazioni
 Chi Siamo
 Contattaci
 In caso d'infortunio
 Arbitri MSP
 Smartphone
 Convenzioni
 Modelli Vari
Cerca
MARACANA' INTERAZIENDALE 2018/19 CRONACA
Giornata Data Ora Campo Squadre Ris. Opzioni
Girone A
2a giornata

       
LUN 29/10/2018 19:00 Newton  RWM Italia S.p.A.
Ledda Francesco
Usai Diego
Casti Stefano
Ghitti Giuseppe
-  Arma CC
Corongiu Francesco
Padovano Francesco
gesto violento Oliviero Ignazio
gioco scorretto Pisu Emanuele
6 - 4
Apri in PDF     
CRONACA DELLA PARTITA - [456 view]
MarcoF
29/10/2018
21:53

5.857 batt.

RWM ITALIA, RIMONTA DA SOGNO!

Ribaltato nella ripresa il parziale di 0-4, l'RWM Italia fa due su due.


Nessuno si sarebbe immaginato un finale così dopo il parziale della prima frazione di gara. Ed invece al campo di via Newton accade l'impensabile: con l'uscita dal campo di Padovano, l'Arma CC perde il suo elemento di punta, la squadra oltretutto pare un po' sulle gambe e improvvisamente dilaga la paura di perdere fra le fila aranciocelesti. Una paura avvertita dalla RWM Italia, che col coraggio di chi non ha più nulla da perdere si getta in avanti a testa bassa, trovando un goal dopo l'altro fino al ribaltone finale. Una partita incredibile, che però ha registrato una nota stonata con l'espulsione di Oliviero per un brutto fallo di reazione. Quello del numero 7 di Arma CC è stato un gesto isolato dovuto ad un istante di eccessivo nervosismo, ed in questo le due compagini hanno mostrato grande correttezza, rientrando nei ranghi dopo qualche minuto di tensione e chiudendo il tutto con scuse e strette di mano, pacificando così gli animi dei protagonisti in campo.

Di seguito, la cronaca del match diretto dal sig. Tesio, dell'MSP Sardegna.

PRIMO TEMPO:

4' - Punizione per l'RWM Italia, gran bolide di Tronci respinto da Antonino.
6' - Padovano vede Scano appena fuori dai pali e prova sorprenderlo con un lob da centrocampo: la palla viene però messa in angolo.
10' - GOAL ARMA CC! 0-1! Splendida percussione centrale di Corongiu, che batte Scano in uscita con un mancino all'angolino basso.
11' - GOAL ARMA CC! 0-2! Il raddoppio porta ancora la firma Corongiu, che con una puntata degna di un giocatore di calcio a 5, fa secco un non irreprensibile Scano.
13' - La reazione dell'RWM Italia è tutta nello splendido terzo tempo di Usai, che stacca in piena area sugli sviluppi di una rimessa laterale, non trovando però lo specchio della porta per questione di centimetri.
19' - GOAL ARMA CC! 0-3! Aranciocelesti devastanti: un superbo Padovano va via elegantemente ad un avversario prima di battere Scano con un destro radente e centrale, sul quale il portiere avrebbe però potuto fare di più.
24' - Ancora Padovano pericoloso, con una conclusione di punta dalla distanza che, però, non inquadra lo specchio della porta.
25' - GOAL ARMA CC! 0-4! Rigore per l'Arma CC decretato dal sig. Tesio per l'atterramento in area di Scarano ad opera dell'estremo difensore, Scano: sul dischetto si presenta Padovano, che non sbaglia.

SECONDO TEMPO:

27' - Punizione insidiosa di Ledda, Antonino respinge.
28' - Ledda carica ancora i suoi, attaccando a testa bassa: il capitano dell'RWM Italia ci prova da fuori, ma Antonino respinge.
29' GOAL RWM ITALIA! 1-4! Capitan Ledda suona definitivamente la carica: azione insistita del numero 6 e conclusione dalla distanza che termina in fondo al sacco.
37' - GOAL RWM ITALIA! 2-4! Sugli sviluppi di un corner, Casti svetta in area tutto solo, spedendo la palla alle spalle di Provenzano (subentrato ad Antonino) con un morbido pallonetto sul secondo palo. Il sig. Tesio convalida il goal nonostante le vibranti proteste aranciocelesti, che chiedono un fallo dello stesso Casti.
41' - Diagonale potente ma centrale di Usai, Provenzano respinge.
45' - GOAL RWM ITALIA! 3-4! Incredibile ma vero, l'RWM Italia si porta ad una sola lunghezza di distanza con Ghitti, bravo a battere Provenzano con un destro in corsa di precisione chirurgica.
49' - GOAL RWM ITALIA! 4-4! Pareggio RWM Italia! Conclusione appena deviata di Ledda direttamente da calcio piazzato, Provenzano non si muove, è 4-4!
50' - Nervosismo fra le fila aranciocelesti: rosso diretto per Oliviero, reo di aver rifilato un calcio ad un avversario a gioco fermo!
53' - GOAL RWM ITALIA! 5-4! Al terzo dei cinque minuti di recupero concessi dal direttore di gara, Usai con un gran diagonale fa esplodere la panchina dell'RWM Italia, che accorre in campo ad abbraccaire l'autore del goal.
55' - GOAL RWM ITALIA! 6-4! L'RWM Italia mette il sigillo finale alla gara: splendido assist al volo di Porcedda per l'accorrente Usai, che con un collo esterno mancino spedisce la palla all'angolino. Gran goal.

I MIGLIORI:

RWM Italia SpA - Il premio di best player della serata va a Francesco Ledda (), che da vero leader trascina i suoi nella ripresa, conducendoli ad una rimonta che ha del clamoroso. Il capitano ha mostrato la via scendendo in campo nella ripresa con piglio intraprendente e tenace, lottando come un leone su tutti i palloni, e i suoi compagni lo hanno poi seguito. Grande prova anche di Usai che, dopo aver scaldato i motori nella prima frazione, si dimostra assolutamente decisivo nella ripresa, realizzando i due goal del definitivo sorpasso. Degne di nota anche le prestazioni di Tronci e Frongia, che cercano come possono di tenere su la baracca nel corso del primo tempo per poi partecipare attivamente alla gloriosa rimonta nella ripresa.

Arma CC - Migliore in campo fra le fila aranciocelesti sicuramente Padovano, assolutamente devastante ed inarrestabile palla al piede. Nella ripresa abbandona il terreno di gioco, e la sua assenza pesa come un macigno. Sugli scudi anche Corongiu, assai vivace nella prima frazione ed autore di una splendida doppietta, e Scarano, che fra le altre cose si conquista con merito il rigore che permette a Padovano di siglare il momentaneo 0-4. Lode finale per Antonino, autore di alcuni pregevoli interventi, mentre ben più difficile è valutare la prova di Provenzano, di fatto sommerso dalle azioni-goal degli avversari, a causa di una squadra ormai sulla gambe e non più capace di fare filtro.
©2016-2019 Alberto Tiddia - Riproduzione vietata.